Si è verificato un errore nel gadget

sabato 24 settembre 2011

American Donuts

Milano in questo periodo di crisi è diventata una città un po' difficile dal punto di vista lavorativo.
Molte persone non hanno lavoro e chi ce l'ha cerca di tenerselo stretto accettando a volte situazioni non proprio "sindacali".
Io ho la fortuna di lavorare in un'agenzia di pubblicità dove il rispetto per chi lavora è altissimo. Difficilmente ci chiedono di fare straordinari e per ogni lavoro fatto bene i complimenti si spercano. Insomma, un posto di lavoro quasi ideale. Dico quasi perchè in periodo di crisi il settore pubblicitario non è proprio fiorente, di conseguenza gli stipendi non sono il massimo della vita. Ma ci si adatta.
Poi capitano le volte (come per me questa settimana) in cui si deve fare tardi per finire un lavoro.
E quando si fa tardi non si ha voglia di tornare a casa a cucinare.
Ci si ferma fuori a mangiare qualcosa di veloce con la voglia di essere a casa al più presto.

Così ieri io e il mio OrsoLupo (che lavora con me) decidiamo di cenare all'American Donuts di via Settembrini (dove un paio di settimane fa abbiamo fatto una colazione che ci ha soddisfatti appieno).
In questo locale non fanno solo colazioni e vendita di dolci, ma hanno anche un menù lunch e un menù dinner. Proviamo la cena. Premesso che la qualità del cibo che ti viene servito è buona, il prezzo di quello che abbiamo mangiato ci ha lasciato a dir poco perplessi. Vi faccio un elenco.
Nachos  4.5 € 
una ventina di patatine di mais serviti con una mini ciotola di crema al formaggio e una mini ciotola di salsa piccante. Prezzo decisamente troppo alto!
Bagel con insalata di pollo 5.5 €
un bagel riempito con una fettina di pollo e un po' di insalata. Prezzo altino ma ci sta anche perchè il pollo era "vero".
Contorno di verdure alla griglia 4.5 €
2 fettine di melanzana, 3 fettine di zucchina, una striscetta di radicchio trevigiano. Prezzo decisamente troppo alto.
Hamburger con contorno di country potatoes 14€
Avete letto bene. La bellezza di 14 Euro. Ok. La carne era buona. Il pane era ok. La porzione standard. Mi dispiace dirlo ma il prezzo di questo piatto è davvero vergognoso. Non me ne frega nulla se le posate con cui ti servono il pranzo sono di Salvinelli. I tovaglioli rimangono di carta e il locale rimane una sorta di bar in stile americano. Il personale è gentilissimo, ma non è un ristorante. E anche i piatti serviti non sono da ristornate.
Brownie alle noci 2.5 €
Ottimo anche nel prezzo.
2 Coca Zero 5€

Tirando le somme... più di 30 euro per due panini e un dolce.
Decisamente troppo, soprattutto in questo periodo storico.
Spero davvero che si diano una regolata perchè nonostante tutto il locale mi piace e ci vorrei tornare... ma la prossima volta solo per fare colazione con tutte le loro meravigliose cheese cake, i pancakes, gli scones ecc ecc ecc. Per fare colazione ne vale davvero la pena!

4 commenti:

  1. Si è davvero caruccio! Per gli stipendi medi che girano se uno ci porta la famiglia si spenna..
    Non conosco il posto e mi piacerebbe molto farci colazione una volta. Me lo noto, nel caso capitassi a Milano :-)

    RispondiElimina
  2. Eh si, una stretta di cinghia anche peer gli americani..!
    sorrido ripensando che anch'io avevo un collega che affettuosamente chiamavo "orso" oppure "lupo" secondo i casi!!! Ho cambiato lavoro e lui è andato in pensione, ma ogni tanto sento la sua mancanza ;)

    RispondiElimina
  3. E noi credevamo che Roma fosse cara!!!!
    I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  4. ''..e il locale rimane una sorta di bar..'' e aggiungerei che un hamburger resta sempre un hamburger, non so ma a costo di rimanere digiuna forse 14 euro non li avrei spesi per un hamburger :)

    RispondiElimina