Si è verificato un errore nel gadget

sabato 21 gennaio 2012

tortellini in brodo

Sto postando molto poco.
Mi sto dedicando a talmente tante cose che mi manca la voglia di accendere il computer.
A volte è davvero bello riuscire a staccarsi da tutta questa tecnologia.



PASTA ALL'UOVO
200 g di farina
2 uova
1 pizzico di sale
RIPIENO
100 g di carne trita di vitello
100 g di carne trita di maiale
50 g di mortadella
50 g di prosciutto crudo
100 g di parmigiano grattuggiato
sale
noce moscata

Disporre la farina a fontana. Rompervi in mezzo le uova. Aggiungere il sale e lavorare energicamente per almeno quindici minuti (meglio 30) fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.
Avvolgere con pellicola trsparente e mettere a riposare in frigorifero per 30 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno. In un tegame far cuocere la carne trita sia di vitello che di maiale con una noce di burro. Una volta cotta, versare la carne in un mixer con la mortadella, il crudo, il parmigiano e la noce moscata. Tritare il tutto e regolare di sale. Lasciare intiepidire.
Prendere la pasta dal frigorifero. Staccarne una parte e tenere l'altra parte sempre avvolta nella pellicola trasparente per non farla seccare. Passare nella macchinetta per tirare la pasta (lasciando i rulli ben distanziati) per 7 o 8 volte piegando ogni volta l'impasto in 2 e girandolo di 90° ad ogni passaggio. A questo punto ridurre gradatamente lo spessore fino ad ottenere una sfoglia sottile.
E' importantissimo che la pasta non si secchi per cui è meglio lavorare con poche quantità e coprire la parte di sfoglia che non si sta usando con un panno umido!
Ritagliare dalla sfoglia dei quadratini di 3 cm. Porre al centro di ogni quadratino un po' di ripieno (la quantità di ripieno è veramente minima... più o meno una pallina di 8mm. Pennellare con poca acqua i lembi del quadratino e piegarlo in due per ottenere un triangolo. Unire i due lembi alla base del triangolo aiutandovi con l'indice (appoggio la parte con il ripieno sull'unghia dell'indice e chiudo i due lembi davanti dandogli una pizzicatina). Piegare indietro la punta in alto.
Disporre i tortellini su un vassoio infarinato man mano saranno pronti.
Cuocere per 5 minuti in brodo di carne filtrato e lasciar riposare per altri 5 minuti prima di servire.



mercoledì 11 gennaio 2012

cardi al latte

Devo ammetterlo. La mia ex suocera oltre ad essere una gran bella signora è una grande cuoca... anche se ogni volta che aveva amici a cena aveva paura di fare brutte figure e allora si rivolgeva ad un servizio di catering.
E' grazie a lei che ho scoperto i cardi. Oggi ve li propongo come li fa lei. Deliziosi!

cardi
un bicchiere di latte
una noce di burro
sale, pepe
grana grattuggiato (facoltativo)


Pulire i cardi. Privarli dei filamenti (toglieteli tutti con cura senza avere fretta) e taglarli a pezzi di circa 8 cm di lunghezza. Metterli a bollire in acqua salata con l'aggiunta di qualche goccia di limone.
Non appena saranno morbidi (circa mezz'ora) scolarli per bene e terminare la cottura in un tegame aggiungendo un bicchiere di latte e una noce di burro. Non appena il latte si sarà rappreso aggiustare di sale, aggiungere un po' di pepe e se volete spolverate con un velo di grana.

lunedì 2 gennaio 2012

torta pere e cioccolato

Ho passato le festività in sordina.
Ho scambiato pochi auguri e mi sono goduta le feste nella tranquillità della mia famiglia.
Per la prima volta dopo 5 anni i genitori del mio OrsoLupo ono venuti a trovarci... e hanno conosciuto i miei genitori. Sembra si siano piaciuti nonostante la paura di mia mamma di affezionarsi troppo.


700 g di pere coscia
un bicchiere di moscato (o altro vino bianco dolce)
200 g di farina
200 g di cioccolato fondente
150 g di burro
4 uova
100 g di zucchero
100 g di amaretti
1/2 bustina di lievito per dolci

Sbucciare le pere, tagliarle a spicchi e pulirle dai semi. Metterle in un tegame antiaderente, aggiungere il bicchiere di vino e farle cuocere finchè il vino non sarà completament evaporato.
Spezzettare il cioccolato grossolanamente e farlo sciogliere a bagnomaria con 2/3 del burro. Laciare intiepidire.
Montare a neve gli albumi.
Lavorare il restante burro con lo zucchero e i tuorli d'uovo fino ad ottenere una crema chiara. Aggiungere il cioccolato. Unire anche gli amaretti sbriciolati, la farina e il lievito.
Incorporare gli albumi montati a neve con un movimento dal basso verso l'alto.
Versare metà dell'impasto in una tortiera rotonda, coprire con uno strato di pere e versarvi sopra l'altra metà dell'impasto.
Far cuocere a 180° per 40 minuti. Far raffreddare in forno tenen do lo sportello leggermente aperto.
Togliere dalla tortiera e decorare con dello zucchero a velo.

Ho trovato questa ricetta su giallozafferano. Non ho praticament emodificato la ricetta.
E' buonissima. E' piaciuta anche al mio Orsolupo che di olito non mangia le torte al cioccolato e pere :D!


giovedì 29 dicembre 2011

crescente al prosciutto crudo

Il post di oggi mi riempie di orgoglio. 
La prima volta che avevo provato a fare una crescente era stato un disastro. 
Era pesante e sapeva troppo di lievito. 
Dopo qualche settimana ci ho riprovato e questa volta sono rimasta soddisfatta del risultato.
Se volete provare a rifarla seguite questa ricetta delle sorelle Simili e se avete qualche soldino da spendere comprate il libro perchè saranno soldi spesi molto molto bene!


500g di farina 0
250 g di acqua
25 g lievito di birra
150g di prosciutto crudo tritato grossolanamente (io ho abbondato un po')
50 g di strutto
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di zucchero

Fare una fontna e amalgamare velocemente tutti gli ingredienti senza battere. Formare una palla e far lievitare per 60 minuti coprendo l'impasto con un panno umido. Trascorsi i 60 minuti stendere la pasta con un mattarello torandola fino a 1 cm e mezzo di spessore.
Metterla su una teglia, con una lametta tracciare delle losanghe sulla superficie e pizzicare tutto il comtorno.
Lasciare lievitare fino a raddoppiare il volume.
Cuocere in forno preriscaldato a 210° per 40 minuti.

Mangiata tiepida o riscaldata in un fornetto è irresistibile!!!

mercoledì 21 dicembre 2011

salame di cioccolato

E' da quasi una settimana che sono senza macchina fotografica.
La macchina che si solito uso non è mia, ma del mio OrsoLupo che gentilmente me la presta.
Ma durante le vacanze di natale ha deciso di prestarla ad altri.
Se tutto va bene tornerà a casina solo dopo l'epifania. Va bhe... per fortuna ho alcune foto scattate qualche tempo fa. Quella di oggi è la prima ricetta da archivio.


150 g di Oro Saiwa
100 g di zucchero
100 g di burro a temperatura ambiente
1 uovo
70 g di cacao in polvere
1 cucchiaio di rum (facoltativo)

Montare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice. Incorporare l'uovo e aggiungere il cacao. Mescolare finchè non si ottiene un composto omogeneo.
Sbriciolare grossolanamente i biscotti con le mani o passandoci sopra il mattarello e aggiungerli al composto. Mescolare e aggiungere un cucchiaio di rum.
Bagnare un pezzo di carta forno. Strizzarla bene e stenderla sul piano di lavoro. Versare il composto sulla carta forno cercando di dargli la forma allungata di un salame. Arrotolare nella carta forno e chiudere a caramella cercando di stringere il più possibile.
Lasciare riposare in frigorifero per qualche ora.

martedì 13 dicembre 2011

strudel salato ai peperoni, melanzane e provola

Vorrei avere molte cose da raccontare, ma in questo periodo la mia vita è abbastanza piatta.
Molto lavoro, molta stanchezza, qualche soddisfazione e qualche amarezza.
Insomma. Tutto procede normalmente.
Forse è colpa mia. Forse dovrei aggrapparmi alle piccole cose e farle diventare grandi.
Però non riesco. Sono in fase loop.
Avrei bisogno che qualcuno desse una gomitata al mio cervello. Succederà. Con calma ma succederà.


1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
1 melanzana
1 peperone
1 spicchio d'aglio
1 manciata abbondante di provola tagliata a dadini
origano
olio
sale

Lavare la melanzana e tagliarla a dadini. Pulire e tagliare a pezzetti anche il peperone.
In una padella larga far scaldare un po' di olio e unirvi uno spicchio d'aglio.
Aggiungere le verdure tagliate. Salare e aggiungere un po' di origano. Portare a cottura a fuoco basso.
Appena le verdure saranno cotte toglierle dalla pentola e metterle a raffreddare in un piatto.
Sroltolare la pasta sfoglia e disporla in modo che la parte più lunga diventoi la base.
Con l'aiuto di un paio di forbici praticare dei tagli su entrambi i lati.
Mettere le verdure al centro della sfoglia. Distribuirvi sopra la provola a dadini. (vedi figura sotto)
Chiudere la sfoglia incrociando i lembi tagliati


Mettere in forno a 180° finchè la sfoglia diventerà dorata.
Servire calda o tiepida.



sabato 10 dicembre 2011

clafoutis salato ai fiori di zucca

Milano in questi giorni sembra una città diversa avvolta in un'atmosfera quasi postatomica.
Non ci sono le macchine. La gente si muove con i mezzi... ma moltio decidono di non muoversi.
Non sembra nemmeno dicembre perchè la temperatura è mite.
Prendere un caffè seduti in corso Buenos Aires e non sentire rumore è strano. 
Attraversare senza dover fare slalom è stranissimo.
Fare shopping è possibile dal momento che non c'è la ressa del tipico sabato pomeriggio.
Certo fare la spesa senza macchina è un gran casino, ma una volta ogni tanto questi blocchi forzati del traffico servono per riscoprire il piacere della vita vissuta in modo lento. Mmm... questa è l'ennesima bugia che dico a me stessa.
Odio i we senza macchina. Non uso mai la macchina, ma sapere che non la posso usare mi infastidisce. Vivo questa cosa come una limitazione alla mia libertà. Forse sono fatta tutta sbagliata, o forse gli sbagliati sono quelli che si ostinano a usare la macchina per fare 10 minuti di tragitto e 30 minuti di ricerca del parcheggio ogni santo giorno per andare al lavoro. E fateveli 'sti due passi a piedi!!!



4 uova
300cc di latte
100cc di panna liquida
2 cucchiai di farina
3 cucchiai di parmigiano grattuggiato
10 fiori di zucca
sale
pepe

Pulire i fiori di zucca e privarli del pistillo.
Sbattere le uova con la panna, il latte e la farina. Aggiungere due cucchiai di parmigiano.
Regolare di sale e pepare. Versare il composto in una teglia unta con un po' di burro (la teglia deve essere abbastanza bella per poter essere portata in tavola).
Distribuire sulla superficie i fiori di zucca disponendoli a raggiera. Distribuire l'ultimo cucchiaio di parmigiano.
Mettere in forno a 200° per circa 40 minuti.
Servire tiepido.