Si è verificato un errore nel gadget

domenica 6 novembre 2011

pollo arrosto semplice semplice

Sto guardando fuoi dalla finestra mentre scrivo. Pioggia, vento e campane che suonano.
Mi sembra di essere tornata indietro nel tempo.
Sono 5 anni che vivo in questa casa ma non mi ero mai accorta delle campane.
Forse è la prima domenica in cui la televisione è spenta.
Odio la televisione accesa tutto il giorno. Preferisco sentire il mio cuore che batte e i passi dei vicini del piano di sopra che camminano piuttosto che ascoltare contiunuamente programmi con o senza senso. Forse sarebbe il caso di fondare un gruppo dei televisionisti anonimi dove le persone vengono rieducate a vivere la propria vita.


1 pollo già pulito
4 spicchi d'aglio
2 cipolle
1/2 kg di patate
olio d'oliva
sale grosso

Spennellare il pollo con l'olio d'oliva e cospargerlo di sale grosso.
Metterlo in una pirofila circondandolo con gli spicchi d'aglio e te cipolle tagliate in quarti.
Mettere in forno per 1 ora a 180° (possibilmente con forno ventilato).
Nel frattempo far sobbollire le patate tagliate a spicchi per un paio di minuti.
Trascorsa l'ora togliere il pollo dal forno, aggiungere le patate e irrorare il tutto con il sughetto che si è formato. Rimettere in forno per altri 45 minuti.


17 commenti:

  1. Semplice, semplice ma... buonissimo! Buona domenica Sarah

    RispondiElimina
  2. Il pollo arrosto mi fa sempre venire in mente i pranzi con tutta la famiglia raccolta intorno al tavolo.

    RispondiElimina
  3. Non l'ho mai aggiunto le cipolle, deve essere buono.

    RispondiElimina
  4. Che bello il silenzio, e che meraviglia il tuo pollo arrosto con le patate!!!
    Ciao

    RispondiElimina
  5. E' vero, il silenzio a volte è un compagno prezioso e a volte non ce ne rendiamo conto. Ottimo il pollo e anche le patate. Ciao

    RispondiElimina
  6. Un pollo con patate veramente da chef, bravissima
    e buon silenzio da I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  7. Ciao, io quando lo faccio lo metto solo sotto il sale, ma nn ha un colorino come il tuo, sembrex fatto in rosticceria. Se ti va passa da me!

    RispondiElimina
  8. Un classico che non delude mai e fa sempre "domenica"! Sonia

    RispondiElimina
  9. Che invitante il tuo pollo!
    condivido con te "televisione spenta"
    "radio accesa"
    Ciao

    RispondiElimina
  10. Beh senti, fra piatti da gran gourmet, virtuosismi e scapicollamenti vari fra piattini, bicchierini e porzioncine di nonsisabenechecosa....evviva il caro, vecchio, semplicemente fantastico pollo con le patate!!!!!
    L'aggiunta della cipolla è una chicca che usa spesso il mio papà e devo dire che ci sta proprio bene!
    BRAVAAAAA!!!

    RispondiElimina
  11. io la tv l'accendo solo di sera, mentre di giorno mi piace la quiete :-)
    Buono questo pollo con la bella pelle croccante, posso rubarti l'aletta???

    RispondiElimina
  12. bellissima la tua riflessione sulla televisione... e questo pollo... consola.

    RispondiElimina
  13. Sarà anche semplice semplice ma e' sempre buono buono:-) baci

    RispondiElimina
  14. sono assolutamente d'accordo con te, da quando la tv si è rotta non ho mai avuto la vogloa di ricomperarne una. Molto meglio il rumore del pollo croccante sotto i denti ;) Che delizia questo piatto, ne ho molta nostalgia....
    Un bacione

    RispondiElimina
  15. un perfetto classico della domenica! confortevole, rassicurante, familiare...
    sulla tv, è vero. spesso resta accesa in sottofondo e nemmeno ce ne rendiamo conto... brutta abitudine!

    RispondiElimina